Eat (Vegemite) responsibly

Una regola sociale quando conoscete un australiano e’ non chiedere qual’e’ un piatto tipico della sua nazione,  perche’ lo metterete in imbarazzo. Lui provera’ a rispondervi la pavlova, ma entrambi sapete che sta barando, perche’ quella hanno cercato di rubarla alla Nuova Zelanda…l’Australia non ha cibi caratteristici, se si esclude la cucina aborigena, ma che purtroppo pochissimi australiani considerano come propria tradizione: e’ piu’ vivo il legame col Commonwealth, che quello con i primi abitanti di questa terra. Dopo anni di cucina di base inglese e irlandese, il dopo-guerra ha visto la nascita della cosidetta cucina “Modern Australian” , una fusione di sapori delle varie culture che compongono questo paese. E’ una cucina in continua evoluzione, che sperimenta: dopo aver assorbito influenze italiane, greche, libanesi, da qualche anno e’ il momento dell’assimilazione della cucina asiatica (vietnamita, thai, giapponese, cinese, malesiana, etc). Ma c’e qualcosa che e’ solo australiano, che e’ motivo di orgoglio nazionale, che unisce paese creando un senso di fratellanza: e’ il Vegemite.

E potrete capire quanto ogni australiano tenga al Vegemite dal modo in cui gli brillano gli occhi quando ne parla.

Il Vegemite e’ una crema spalmabile, ha un colore cioccolatoso...ma attenzione, non e’ cioccolatoPer questi probabilmente lo troverete terribile: ci infilate il coltello, spalmate la crema in uno stato grosso come fosse Nutella, e mangiate. Ed in quell’esatto momento vorrete morire. Che cavolo e’ sto schifo salato?, vi chiederete. Cosa e’ questo disgustoso sapore che invade la bocca, distrugge le papille gustative, e soprattutto non ha nulla della morbidezza e delicatezza della Nutella, ne’ del cioccolato?

Entrambi abbiamo schifato il Vegemite, avendo esattamente la stessa reazione la prima volta che l’abbiamo mangiato (EffeMaschio qualche anno fa, io durante la permanenza a Sydney durante il RTW….per poco sboccavo sul tavolo di Merrylyn :P). Per noi era inconcepibile capire come gli Autraliani possano mangiarlo a colazione, come possano amarlo, come possano pensare di metterlo in valigia quando vanno all’estero (oversea, come dicono loro…un po’ come i Sardi!). L’abbiamo odiato e snobbato fino a qualche settimana fa, fino a quando un australiano DOC ci ha insegnato a consumarlo responsabilmente. Perche’ il Vegemite e’ come i grassi, come l’alcool, il segreto e’ tutto li: non bisogna abusarne. Drink responsibly, eat Vegemite responsibly.

Durante il Queen’s Birthday weekend abbiamo passato il week-end nell’area a Nord-Est di Melbourne: insieme a Liz e Rollo, una coppia di amici, abbiamo vagato per quattro giorni per le campagne dello stato del Victoria sulle tracce di Ned Kelly, il bandito piu’ famoso d’Australia. Il tour, partito con le migliori intenzioni di approfondimento storico, si e’ pian piano trasformato in un tour di cantine, fabbriche di formaggio, e ozio, ma questa e’ un’altra storia. Il motel dove abbiamo dormito aveva la colazione inclusa, fatto che non ci siamo fatti scappare, ovviamente. E a colazione, ovviamente, c’era il pane tostato, e Vegemite in abbondanza.

Rollo, scioccato che non mangiassimo il Vegemite, si e’ offerto di preparare pane e Vegemite per tutti, per convincere due italiani schizzinosi della bonta’ della prelibatezza della sua nazione. Cosi ha tostato il pane, ci ha spalmato il burro, e poi uno strato leggerisismo di Vegemite. Che quasi non si vedeva. E dobbiamo confessarvi una cosa: ci e’ piaciuto. Quello strato quasi trasparente di crema aggiunge un sapore salato al toast, ed anche se mi scoccia maledettamente ammetterlo, e’ buono. Siamo fregati, siamo entrati anche noi nella community del Vegemite! Per tre giorni Rollo ha gioito della sua impresa, riuscire a far mangiare il Vegemite a due italiani buongustai, e lo considera una delle cose memorabili del nostro weekend tra i monti.

Qualche giorno dopo il ritorno da Glenrowan, con la scusa di un’ospite AirB&B australiana nel weekend, l’ho infine comprato: ecco a voi il barattino giallo chimico, che rallegra ogni frigo di ogni vero Aussie. Stiamo sperimentando vari usi, tipo per accompagnare le uova del brunch, e pare che con l’avocado sia buonissimo.

Piccoli australiani in trasformazione: ora anche DoppiaEffe e’ un po più Aussie ;)

Commenti su Facebook

commento

You may also like...

4 Responses

  1. Giorgio scrive:

    un pò di storia :
    Vegemite è un marchio registrato della Kraft che identifica una crema salata fatta di estratto di lievito, simile alla Marmite britannica e alla Cenovis svizzera. Viene solitamente spalmata sul pane, ma può essere usata anche per cucinare. È diffusa soprattutto in Australia e in Nuova Zelanda, dove gode dello status di “cibo nazionale” e icona culturale.[1] Fu inventata nel 1923[1] da Cyril Callister ed è ricca di vitamina B.

    da wikipedia

  2. L’errore di spalmare la simpatica cremetta sul pane come fosse nutella … e’ comunissimo
    come la successiva sensazione di “Oh cazzo, mo vomito” …
    pero’ … c’e’ un pero’ …
    anche io l’ho assaggiato di recente con il burro
    e devo dire che non e’ poi così malaccio
    non che sia “buono”, intendiamoci
    ma se hai fame e non c’e’ altro … tie’ si puo’ fare :)
    e poi, e’ vero, non puoi stare in Australia senza sperimentare il Vegemite!
    ciao DoppiaEffe :)
    un abbraccio
    antonia

  3. meg scrive:

    La Marmite britannica sa di dado…sa di dado anche il vegemite?

  4. EffeMaschio scrive:

    Le mie prospettive sono cambiate quando un collega mi ha chiesto sbalordito “ma voi mangiate veramente la nutella di prima mattina?” :)

    Alla fine la vita é una questione di punti di vista…

Cosa ne pensi?