Ritornare…

Sull’aereo che da San Francisco ci riporta in patria, passando per terra britannica, mi diverto a fare stupidi conti di bus e aerei presi, birre bevute, letti diversi in cui abbiamo dormito.

Abbiamo mangiato il pessimo cibo British Airways, e chiacchierato come sempre, e ci siamo scolati una bottiglietta di vino a testa. Non c’è tristezza in noi, in questo momento. C’è un po’ di malinconia, la malinconia della fine delle cose belle.

C’è la sorpresa di trovarsi ad aver finito questi 8 mesi. Che sembrano volati, visto che ci chiediamo sorpresi: “Già finiti?”. Ma che sembrano lunghissimi, se ci fermiamo un attimo a pensare a tutte le cose di cui sono stati pieni, le persone incontrate, i posti visti, i cibi mangiati.

C’è la voglia di riabbracciare le persone care, di ritrovare gli amici e raccontarci questi 8 mesi, che di noi voi sapete tutto, ma noi siamo rimasti indietro su tanti capitoli, presi dalla frenesia del viaggio, per quanto abbiamo cercato di arrabbattarci con le email.

E c’è sorpresa perchè dopo 8 mesi chiacchieriamo come fosse il primo giorno, e siamo riusciti a non ucciderci, conciliando le esigenze, le voglie e la pazzia di entrambi. Solo che ora, invece di dire “Ti immagini”, diciamo “Ti ricordi”. E gli occhi sorridono emozionati per i ricordi, non per le prospettive.

Si, direi che siamo pronti a tornare. Stare qualche settimana in più non ci sarebbe dispiaciuto, ma siamo giunti al punto in cui tornare è piacevole. Se fossimo tornati a GIugno, allora sarebbe stato pesante, perchè eravamo carichi di energia e di voglia di fare, e sarebbe stato un sacrificio. Ora sentiamo che è giusto tornare, per riposare un po’ la testa, per dare un sollievo alle famiglie, per poter realizzare quanto passato sotto le nostre suole, per poter preparare con calma i piccoli prossimi passi che ci attendono.

Sarà strano avere di nuovo un armadio invece del solo zaino, non cambiare letto ogni 3 giorni,  poter rifare la doccia senza le ciabatte, non dover prendere più nè bus nè aerei. Sarà strano (e difficile :D) tornare in famiglia per un po’, dopo tutti questi anni vissuti fuori casa, riabituandosi ad avere degli orari che non siano quelli dettati dal mormorio dei nostri stomaci. Sarà strano per DoppiaEffe stare separati per un po’, dopo aver vissuto questi 239 giorni sempre insieme: è come se fossimo stati insieme un anno e mezzo nella vita normale.

Speriamo di continuare a tenere la mente aperta come durante questi 8 mesi. Di non perdere la curiosità per il bruco più minuscolo, e di non cedere alle comodità inutili, o allo shopping conpulsivo. Speriamo di avere la forza di ribadire ogni giorno, di fronte ai piccoli atti razzisti verso un extracomunitario o le frasi offensive verso gli zingari, la grande lezione di tolleranza appresa. Speriamo che gli altri possano vedere attraverso i nostri occhi i colori di questo mondo, la tragicità della sua storia, e provare ad amarlo un po’ di più per com’è, diverso, invece di pensare solo alla sicurezza e benessere del proprio piccolo orticello.

Speriamo di trovare il modo di mettere in pratica tutto questo per cercare una nuova strada da percorrere, perchè questi otto mesi possano avere un valore ancora più grande di quello che avrebbero anche se restassero solo un periodo di finestra sul mondo (e sarebbe comunque un gran valore).

E chissà che, dopo aver visto un piccolo pezzo di mondo, il nostro BelPaese non ci sembri un po’ più bello di quando siamo partiti ;)

 

Commenti su Facebook

commento

EffeFemmina

Francesca V., 30 anni. Insieme a Francesco (la EffeMaschio) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che raccontiamo in questo blog... ;)

You may also like...

6 Responses

  1. Samantha scrive:

    Buon ritorno allora ! Grazie per la finestra che avete aperto sul mondo , attraverso cui anch’io ho guardato, sognato, pensato…e grazie per l’esempio che si può deviare dalla strada comune alla ricerca di sentieri magari più impervi ma che più ci appartengono.

    • DoppiaEffe scrive:

      Samantha grazie a te per queste belle parole! siamo felici se siamo riusciti a farvi sognare insieme a noi, non avrem potuto chiedere di meglio a questo blog :)

    • DoppiaEffe scrive:

      ps: continua a seguirci, il blog andrà avanti, mancano ancora diverse puntate, tipo l’isola di Grenada e Machu Picchu!

  2. Mela scrive:

    A me è sembrato come se non foste mai andati via… forse grazie a questo blog.
    Sicuramente perchè in tutti i momenti significativi ci siete sempre stati, a volte + di altri che erano presenti fisicamente :-)

    p.s. ma mica “finisce” anche il blog? :-(
    no, eh? :-)

    • DoppiaEffe scrive:

      :)
      Ieri sera mentre chiaccheravamo in terrazzo sembrava di essere stati tutti via per le ferie estive, non che non ci vedessimo da 8 mesi…che sensazione strana! e dormire di nuovo da voi…il cerchio si è chiuso perfettamente, ora!

      PS: il blog non finisce, ci sono ancora diversi giga di foto da pubblicare…sei pronta? :)

  3. mipiazz scrive:

    Queste ultime considerazioni sono all’altezza di tutti i bei racconti che ci avete fornito.
    Bentornati.
    (Ma si può sempre ripartire!).

Cosa ne pensi?