Nuova Zelanda: Rotolando verso Sud (Parte 1)

Seduta di fronte all’ultimo muffin neozelandase (banana e cioccolato,per chiudere in bellezza) in un cafe dell’aeroporto di Auckland, cerco di riordinare le idee per raccontarvi il quasi-mese passato in queste isole.
EffeFemmina si e’ sentita un po’ a casa, al meridiano opposto a casa: le pecore nei pascoli, l’insularita’, la carne buona, alcuni paesaggi simili.
Ci e’ piaciuta davvero tanto, questa Aotearoa.
Per i suoi paesaggi vari e sempre incredibilmente belli, per la sua natura selvaggia stile Jurassic Park, che veramente ti aspetti esca un dinosauro da un momento all’altro! I suoi animali e piante strani, la cultura Maori e questa specie di compromesso che sono riusciti a creare nella societa’, riuscendo a non relegare i Maori in un angolo…o meglio, riuscendo a non farsi marginalizzare come successo in Australia. Nella pratica devono ancora riscattarsi dalle mille ingiustizie subite, dalle terre confiscate…ma la lingua Maori e’ una lingua ufficiale, e loro sono cittadini a pieno titolo di questo stato…mi sembra un punto importante.

Qui l’itinerario seguito, e raccontato nel post:

[map  h=”400″ w=”700″ kml=” http://maps.google.it/maps/ms?authuser=0&vps=2&ie=UTF8&msa=0&output=kml&msid=213958940269441698447.0004bd962864cdadf7a7d”]

Terminata la nostra missione a Wellington, dopo 3 giorni nell’isola Nord, ci rilassiamo un po’ nella capitale. Vogliamo visitare il Te Papa, il gigantesco museo nazionale, ma splende finalmente il sole e fa caldo, e ci sembra un delitto rinchiudersi in un museo. Cosi passeggiamo nel porto e ci dirigiamo al Botanic Garden: un tram ci porta fino alla cima delle collina, da cui il panorama e’ davvero bello. Incontriamo una coppia simpaticissima, lei italiana, lui indiano: vivono a Christchurch, Alice e’ dottoranda, classico cervello in fuga, li incontreremo di nuovo a Christchurch. Passeggiamo per il parco, studiando tutti gli alberi strani, e’ bello questo polmone verde dentro la citta’, fantastico scoprire che e’ stato pensato cosi gia’ nell’800. Wellington e’ molto carina: e’ famosa per il suo alto numero di cafe e ristoranti, che le danno un’aria un po’ europea secondo i neo zelandesi. Secondo noi no, perche’ si vede che e’ una citta’ nuova, ma e’ carina ugualmente…specie la passeggiata del porto, il mini parco con le esibizioni degli artisti di strada. Riusciamo a fare una capatina al Museo, e ci perdiamo nelle sezioni per i bambini dedicate a terremoti e vulcani e flora e fauna…che spettacolo i musei stile anglossassone! Multimediali, semplici da seguire, con tanti pannelli informativi…impari tanto, senza la sensazione di essere sommerso di info che non riesci a catalogare.
(Ad Auckland abbiamo visitato il Museo: bella sezione sulla cultura Maori e del Pacifico, consigliata).

IMG_4017.JPGIMG_6931.JPGIMG_6932.JPGIMG_6935.JPGIMG_6939.JPGIMG_6942.JPGIMG_6943.JPGIMG_6944.JPGIMG_6946.JPGIMG_6947.JPGIMG_6948.JPGIMG_6950.JPGIMG_6952.JPGIMG_6953.JPGIMG_6956.JPGIMG_6959.JPGIMG_6963.JPGIMG_6964.JPGIMG_6965.JPGIMG_6985.JPGIMG_6986.JPGIMG_6987.JPGIMG_6988.JPGIMG_6989.JPGIMG_6995.JPGIMG_6999.JPGIMG_7000.JPGIMG_7001.JPGIMG_7004.JPGIMG_7005.JPGIMG_4023.JPGIMG_4024.JPGIMG_4021.JPGIMG_4025.JPGIMG_4026.JPGIMG_4027.JPGIMG_4028.JPGIMG_4032.JPGIMG_4037.JPG

Il giorno dopo ci imbarchiamo per il traghetto verso Picton. Questa piccola cittadina da cui non ci aspettavamo nulla ci regala invece del bel trekking, e dei bellissimi panorami.

IMG_7015.JPGIMG_7013.JPGIMG_7019.JPGIMG_7021.JPGIMG_7024.JPGIMG_7026.JPGIMG_7027.JPGIMG_7030.JPGIMG_7044.JPGIMG_7053.JPGIMG_7084.JPGIMG_4067.JPGIMG_4069.JPGIMG_4070.JPGIMG_4071.JPGIMG_4072.JPGIMG_4076.JPGIMG_4079.JPGIMG_4091.JPGIMG_4089.JPGIMG_4093.JPGIMG_4095.JPGIMG_4096.JPGIMG_4098.JPGIMG_4112.JPGIMG_4111.JPGIMG_4125.JPGIMG_4130.JPGIMG_4129.JPGIMG_4128.JPG

Col treno scendiamo verso Christchurch, con sosta di un giorno a Kaikoura. EffeFemmina non riesce a prenotare il tour per vedere le balene, ci dobbiamo accontentare delle foche, e di assaggiare le cozze affumicate…buone!
Cosa più’ importante: fissiamo appuntamento con Greg per il nostro Tattoo. EffeMaschio diventera’ uno dei pochi Europei ad aver visitato Kaikoura per ben tre volte!
Il viaggio col treno e’ bello: camminiamo quasi sempre col mare accanto, e alla destra ci sono le montagne, grandi,maestose.
E il treno stesso e’ una figata, con i finestrini enormi e il vetro anche in un pezzo di tetto.

IMG_4132.JPGIMG_7091.JPGIMG_7092.JPGIMG_4135.JPGIMG_7097.JPGIMG_7100.JPGIMG_4137.JPGIMG_4138.JPGIMG_4139.JPGIMG_4142.JPGIMG_4145.JPGIMG_4147.JPGIMG_4149.JPGIMG_4151.JPGIMG_4155.JPGIMG_4156.JPGIMG_4158.JPGIMG_7111.JPGIMG_7113.JPG

Christchurch dopo i terremoti e’…devastata. Il centro e’ ancora zona rossa, le case sono chiuse, i palazzi restati in piedi sono in via di demolizione perche’ pericolanti, pare demoliranno anche la Cattedrale, semi distrutta. Fa male al cuore passeggiare qui, ricorda L’Aquila…anche se qui ci sembra si respiri più’ voglia di ripartire. Al centro, in quella che era la via principale, hanno piazzato dei container di navi, li hanno colorati e dentro ci hanno aperto dei negozi…
Certo, il tram non passa più, e attorno si respira aria di distruzione…ma e’ sempre un inizio,no?

Poi giardino botanico e prendiamo anche un bus per la parte sul mare di christchurch, mare spettacolare, ma un pò freddino :)

IMG_4296.JPGIMG_4297.JPGIMG_4298.JPGIMG_4299.JPGIMG_4300.JPGIMG_4301.JPGIMG_4302.JPGIMG_4303.JPGIMG_4311.JPGIMG_4304.JPGIMG_4305.JPGIMG_4306.JPGIMG_4307.JPGIMG_4310.JPGIMG_4312.JPGIMG_4313.JPGIMG_4314.JPGIMG_4315.JPGIMG_4317.JPGIMG_4319.JPGIMG_4320.JPGIMG_4322.JPGIMG_4325.JPGIMG_4326.JPGIMG_4328.JPGIMG_4329.JPGIMG_4332.JPGIMG_4333.JPGIMG_4334.JPGIMG_4339.JPGIMG_4336.JPGIMG_4342.JPGIMG_4345.JPGIMG_4348.JPGIMG_4349.JPGIMG_4352.JPGIMG_4351.JPGIMG_4354.JPGIMG_4355.JPGIMG_4925.JPGIMG_4928.JPG
To be continued>>

 

IMG_7457.JPG[/pe2-gallery]

 

Commenti su Facebook

commento

You may also like...

Cosa ne pensi?