RTW ticket

RTW e’ l’acronimo anglosassone che sta per “Round the World“. E’ oramai considerato l’acronimo universale che indica il giro del mondo.

Il mondo lo si puo’ girare in diversi modi, ma il mezzo piu’ comune e rapido che si puo’ utilizzare e’ sicuramente l’aereo…

“Quale compagnia aerea fa per me?” Qualcuno potrebbe chiedersi, be dipende, dipende da tanti fattori. Il primo e’ sicuramente l’itinerario che volete pianificare.

Tuttavia per un giro del mondo che si rispetti una compagnia aerea in genere non basta, ecco perche’ dovrete quindi rivolgervi ad una “alleanza” di compagnie aeree, solo loro possono aiutarvi nella titanica impresa di organizzare un giro del mondo per via aerea…

In particolare la maggior parte delle alleanze offre una tipologia di biglietto appositamente pensata per permettere ad un comune mortale di fare il giro del mondo senza spendere un capitale in voli intercontinentali; questo puo’ essere fatto grazie alle compagnie aeree che fanno parte dell’allenaza e che sono in grado, ognuna, di coprire delle particolari tratte; tale biglietto e’ chiamato, appunto, “round the world“.

Le alleanze principali che emettono questa tipologia di biglietti sono:

One World

Star Alliance

Skyteam

le prime due in particolare hanno un sistema di prenotazione molto comodo per effettuare le prenotazioni via internet e per capire quante miglia farete in aereo e quali sono le tratte e le regole ammesse dall’alleanza. Le miglia sono molto importanti visto che quasi tutte le alleanze prevedono delle fasce di prezzo basate su soglie di miglia, in generale le soglie di miglia contemplate sono le seguenti:

• 26.000 miglia

• 29.000 miglia

• 34.000 miglia

• 39.000 miglia

Solo la one world prevede una tipologia di biglietto round the world (One World Explorer) che non e’ basata su miglia ma e’ basata su continenti visitati e “stops” o fermate che si intende fare. E’ inutile dire che questa tariffa e’ molto comoda nel caso di viaggio intorno al mondo con molte fermate e/o itinerario complesso, come quello che faremo noi ;)

Le tariffe in generale variano dai 2.000 ai 4.000 euro e dipendono da molti fattori, tra cui:

  • miglia:

abbiamo già visto su

  • segmenti:

Il biglietto RTW è in genere composto da segmenti, vale a dire le tratte che un volo percorre da un aeroporto ad un altro. Tali segmenti sono, ovviamente, limitati e devono essere valutati molto attentamente per poter massimizzare il percorso che state progettando.

  • tasse aeroportuali:

dipendono fortemente dagli aeroporti in cui si fa scalo, dai servizi offerti e dagli aerei impiegati (un Airbus A380 ad esempio paga più tasse aeroportuali rispetto ad un boeing 747), quindi cercate di valutare anche questo durante la vostra pianificazione. In particolare lo strumento di personalizzazione online messo a disposizione da OneWorld e StarAlliance permette di visualizzare anche i dettagli relativi ai voli ed agli aerei scelti.

  • surface sectors

I surface sectors sono, generalmente, una gran fregatura ma possono essere utilizzati anche a proprio vantaggio durante le prenotazioni. I surface sectors rappresentano quei tratti, o segmenti di volo che il viaggiatore decide di percorrere con mezzi alternativi all’aereo (come ad esempio bus, treni, navi, etc.). Questi segmenti vengono comunque considerati come tali, quindi concorreranno a formare il numero totale di segmenti del viaggio, anche se voi non prendete quel volo! una delle regole base dei biglietti RTW è che se arrivi con l’aereo da qualche parte, poi devi ripartire da quello stesso aeroporto per la destinazione successiva, non puoi saltarne una, a meno che non usi un surface sector appunto. Questa è evidentemente una forzatura da parte delle alleanze, tuttavia, per lo meno, si risparmiano le tasse aeroportuali associate a quel segmento…se può consolare….

Queste sono un pò di nozioni di base sul mondo dei biglietti aerei RTW, poi ogni tipologia di biglietto, ogni alleanza ha le sue regole peculiari, chi permette solo di andare in un verso del globo, chi consente di tornare indietro aolo all’interno dei singoli continenti, chi permette di tornare indietro solo dopo aver fatto un carpiato ed una capriola all’indietro, etc. etc.

Il consiglio è quindi di procedere nel seguente modo:

  1. Preparare l’itinerario
  2. Verificare se è possibile portare avanti tale itinerario con una delle alleanze suddette (probabilmente OneWorld che ha il tool online)
  3. passare giornate intere sui tool online
  4. Riadattare l’itinerario alle regole ed agli ostacoli che incontrerete nella vostra pianificazione
  5. Verificare il prezzo che avete ottenuto
  6. giocare ancora con i tool e con gli accorgimenti di cui sopra per cercare di far scendere il prezzo
  7. provare a sentire delle agenzie specializzate, in particolare può aiutare la STA Travel, hanno anche la possibilità di avviare una chat online con i loro operatori (http://www.statravel.com/cps/rde/xchg/us_division_web_live/hs.xsl/round-the-world.htm)
  8. Verificare qual è il prezzo più conveniente tra i vari trovati e verificare le condizioni più agevoli (avere la libertà di cambiare le date di volo gratuitamente durante il percorso non ha prezzo…).
  9. Prenotare!

 

Good luck!

Commenti su Facebook

commento

EffeMaschio

Francesco M., 31 anni, Informatico. Insieme a Francesca (la EffeFemmina) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che cerchiamo di raccontare in questo blog... ;)

You may also like...

3 Responses

  1. Elastic Girl scrive:

    Prenotiamo? :)

  2. SonoMattiGliAltri scrive:

    Io conosco anche questa:

    http://www.statravel.co.uk/

    :)

Cosa ne pensi?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: