Nel posto giusto al momento giusto

Come ci si sente dopo aver appena rifiutato un’offerta di lavoro di una delle Big4 banks?
Sollevata.

Ho cercato la loro esposizione negli investimenti in combustibili fossili per rassicurarmi :P

Ho chiaramente un approccio ideologico al lavorare in banca. Ho provato a smontarlo, ma tanti pezzetti sono restati in piedi.

C’erano tante altre cose di contorno, non sono l’ideologia:

  1. la crisi economica causata dal Covid, in cui siamo immersi, che mi fa sembrare la posizione in una banca meno sicura (vogliamo parlare di un paese sovraesposto finanziariamente a causa di un mercato immobiliare impazzito? gli States e la GFC pare non abbiano insegnato nulla)
  2. La flessibilita’ di un lavoro pubblico: in questo momento abbiamo 20 giorni di ferie in piu’ per gestire la chiusura delle scuole durante il lockdown. Non e’ una cosa da sottovalutare, a lungo andare
  3. la pressione lavorativa nel ruolo in banca: fare parte di un progetto con scadenze fisse, che deve fare delivery, porta sempre un sacco di stress

Ma in fondo, piu’ di tutto, e’ il fatto che lavorare in un dipartimento pubblico, al momento, mi da quell’appagamento che ho cercato a lungo nel lavoro, la sensazione di fare qualcosa per la communita’.

L’ho provato circa un anno fa, appena tornata dalla maternita’, quando ho lavorato per un progetto di una mobile app per notificare ed informare sugli incendi. Quando la stagione e’ scoppiata, e la scorsa estate e’ stata davvero orribile quaggiu’, e vedevamo la gente bloccata sulle spiagge, nei villaggi senza vie di fuga, le citta’ soffocate dal fumo…quell’appagamento e’ diventato ancora piu’ grande. C’erano persone che si erano messe al sicuro grazie alla app cui ho contribuito anche io. L’idea che il tuo lavoro contribuisca a migliorare la vita di qualcun altro, dove quel qualcun altro non e’ un executive che legge reports, mi fa stare bene.

E quindi ora mi sembra, per una volta nella vita, di stare nel posto giusto al momento giusto. E per ora non mi muovo :)

PS; per fortuna l’offerta economica non era stratosferica, che i buoni propositi tremavano di paura all’idea di dover dire di no a una super offerta. Fiuuuu, posso guardare al saldo del mutuo senza pentimenti ;)

EffeFemmina

Francesca V., 30 anni. Insieme a Francesco (la EffeMaschio) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che raccontiamo in questo blog... ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>