…e vacanza fu!

Natale e’ scivolato via, nello stesso modo veloce e inaspettato in cui e’arrivato. Un po’ di malinconia nello stare da questa parte del globo in questo primo Natale a 3, ma ce la siamo cavata bene lo stesso.

E’ stato un Natale mooolto alternativo, il primo passato a Melbourne invece che a zonzo per il continente, ma per rimediare ci mettiamo su strada domenica prossima, sperando che l’affollamento da vacanze scolastiche sia scemato un po’.

La vigilia e’ stata Aussie Aussie: barbecue a casa di amici, a mangiare salsicce e costolette d’agnello. Niente capitone o piatti di ostriche e pesci crudi non identificati, una bella serata tra amici con in piu’ un neonato scatenato che e’ sembrato sotto anfetamine per tutti i 3 giorni natalizi: eccitato, in movimento continuo, no sonno, risate a volonta’ con tutti. Un tossico. Perche’ perdere tempo a dormire nel mio apsseggino come al solito, mica e’ un giorno normale, no? Let’s party!

Il giorno di Natale siamo stati ospiti da genitori di amici, Natale in stile filippino. Che e’ molto piu’ simile a quello italiano: famiglia e cibo.Tanto cibo. Troppo cibo. Ce ne siamo andati con le vaschette per in rinforzo serale, per farvi capire…il maiale fritto e rifritto ce lo ricorderemo per gli anni a venire, che meraviglia, cosi come il tacchino ripieno e i dolci (super dolci) filippini. Mi e ‘ piaciuto lo stile a buffet del pranzo: cibo pronto sul ripiano della cucina, ogni ospite ha portato qualcosa, piatti e bibite a disposizione e ognuno si serve da solo. Emancipati rispetto al nostro stare tutti a tavola comodi, eccetto gli sfigati(spesso padroni di casa) che invece si alzano di continuo per servire gli altri. Mi piace il modello democratico filippino :D

Dopo il pranzo e dopo aver scambiato i regali, quando erano circa le 6 del pomeriggio e la temperatura era ancora sui 30 gradi, siamo fuggiti al mare: io, EffeMaschio e il nostro picolo tossico, che si e’ addormentato cullato dal mare, infine, esausto per l’overdose di persone e rumori e coccole.

Santo Stefano invece cena dai nostri vicini di casa, con loro amici, di nuovo cibo super yummy e chiacchiere a volonta’.

Ora pero’ e’ tempo di VACANZA, finalmente, non posso crederci…e dopo diversi mesi siamo pronti a tornare on the road! I piedi stanno prudendo alla grande….Dopo aver abbandonato l’idea di andare a Perth, causa tariffe aeree troppo care, e aver dovuto scartare l’idea di un campervan perche’ le regole stradali dello stato del VIctoria non consentono di portare un bambino sotto i 4 anni nel sedile di fronte***, abbiamo pensato a un itinerario baby safe: circa 3 ore di macchina al massimo tra una destinazione e l’altra, e diverse notti in ogni localita’. Faremo una specie di loop: da Melbourne si guida lungo la costa Sud del Victoria,direzione Lakes Entrance. Sosta di un paio di giorni, e poi via verso Eden, in New South Wales, dove staremo una settimana. Sulla via del ritorno sosta a Canberra, per visitare la Galleria Nazionale, che tutti ci chiedono che ci andiamo a fare a Canberra, che non c’e’ nulla ahahah. Saremo noi due, il piccolo cicciobomba, e la nostra tenda.

itinerary

 

Il baby viaggiatore e’ quello che si porta dietro piu’ bagaglio, tra passeggino(detto il Mostro) e culla e vaschetta (gonfiabile) per il bagno. Restano da acquistare un tavolino da campeggio e almeno una sedia comoda per la mucca da latte. La cucina non serve perche’ i campeggi australiani hanno sempre una cucina, e spesso un frigo, a disposizione. Resta solo il mistero: riusciremo a infilare tutto in macchina?

Abbiamo noleggiato la piu’ grande possibile (non Suv),ma il Mostro richiede da solo un mezzo cofano, in genere. Solo che non vuoi andare via solo con un marsupio, 7 kg di bambino sono decisamente troppi da scorrazzare per 2 settimane solo con un marsupio. Per entrare in macchina finira’ che io e EffeMaschio faremo un packing ancora piu’ leggero del solito, che vuol dire scendere a 3 magliette a testa, praticamente…ahi ahi. Fateci un grande in bocca al lupo per questa prima avventura a 3…can’t wait <3 <3 <3

***: si, esistono delle eccezioni, ma era impossibile trovare un campervan che permettesse di installare il seggiolino da neonato secondo le norme di sicurezza, disattivasse gli airbag, e tra l’altro non costasse un rene….

Commenti su Facebook

commento

EffeFemmina

Francesca V., 30 anni. Insieme a Francesco (la EffeMaschio) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che raccontiamo in questo blog... ;)

You may also like...

Cosa ne pensi?