Cerimonia in rosso

Il tramonto e’ rosso. Non rosso-arancio,proprio rosso. Accanto al sole che cade la sagoma gigante del vulcano sacro di Bali. Il rumore dell’acqua e’ il suono prevalente, sembra di assistere a una cerimonia mentre il cielo cambia colore e le nuvole che si spostano

rivelano altri  2 vulcani  perfetti nella forma. Al posto della musica del chiosco, la preghiera della moschea dell’isola di fronte, diffusa dagli altoparlanti di Trewangan. Le isole sono talmente vicine da toccarsi, e la voce arriva chiara, solo attutita dalla brezza, e si mischia al suono delle onde. Qualche barca ancora per mare, forse i pescatori che escono ora…le nuvole toccano l’ acqua, non le ho mai viste cosi basse in nessuna parte del mondo. Che qui il confine tra mare e cielo si perde, letteralmente, non lo sai più in certi momenti dove inizia l’ uno e finisce l’ altro, i colori si confondono, a prendersi burla di noi. Montagna cielo acqua, mai le ho viste cosi unite.  E noi qui, felici, seduti a guardare la giornata che si chiude lentamente, come il tempo scorre lento qui. Abbiamo un bungalow a 200 mt dalla spiaggia, arredato con ventilatore e zanzariera,acqua salata dai rubinetti, facciamo pipi sotto le stelle. Qui non serve altro, ci basta questo, veder il mare appena svegli, vederlo prima di andare a letto. E sentirlo.
Life is easy, ti ripeti quando sei in questi posti lontano da tutto. Quei posti in cui le sovrastrutture sociali non ti servono, in cui sembra che il mare le sciacqui e le porti via, e ti riporti la.tua anima più leggera. E tu sei li, e ti senti benedetto per esserci, e ti sembra ancora tutto possibile, e ti sembra di aver capito il senso della tua vita, di sapere cosa vuoi.
Che magari non e’ vero, e lo stronzo con la suoneria di Whatsapp che squilla ogni 2 secondi ti riporta con i piedi a terra, e la cilena che risponde al telefono e comincia la videoconferenza mettendosi esattamente tra te e il rosso, che porca miseria la spiaggia e’ grande, ti fa odiare la tecnologia, e si che si viveva meglio senza i cellulari, e benedette siano le zone d’ombra.
Per fortuna il rosso e’ ancora li, e la cerimonia va avanti nonostante tutto, cielo e mare se ne sbattono del mondo 2.0. Life is amazing.

ps: foto.terribile fatta.col mio cellulare terribile,ahime!.

Commenti su Facebook

commento

EffeFemmina

Francesca V., 30 anni. Insieme a Francesco (la EffeMaschio) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che raccontiamo in questo blog... ;)

You may also like...

Cosa ne pensi?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: