Curriculum passepartout

Ok, fare la scrittrice è una figata. Ma sta diventando pericoloso. Infatti, mi sto ammalando della malattia della casalinga. Ogni mattina mi alzo e faccio i piatti della cena, poi il letto, poi passo l’aspirapolvere, do una pulita al bagno, magari faccio la lavatrice. Poi devo pensare a cosa mangiare, e fare la spesa. E la sera cucino. L’altro giorno ho fatto le prime lasagne australiane.

L’unico contento di tutto cio’ è EffeMaschio, che mangia contento. Imbarbarito nei suoi mesi di giro per il mondo e di stazionamento a casa barese, ha dimenticato le buone abitudini di civile convivenza con una donna. Tipo non lasciare le ciabatte al centro del soggiorno, girandoci attorno per evitarle, invece di metterle al loro posto.

Ora, per salvare la nostra convivenza, prima di diventare una Desperate Housewife, è urgente far si che accadano due cose:

  • che EffeMaschio ricordi le buone abitudini di convivenza ;)
  • che la sottoscritta trovi un lavoro

Non ho voglia di lavorare nell’IT, per ora, quindi ho deciso di cercare un lavoro temporaneo. Cosi da poter continuare a lavorare al libro, e nel frattempo perfezionare la lingua. Infatti stare a casa tutto il giorno, senza parlare con nessuno, se non la cassiera del supermercato, non mi fa fare tanti progressi

I giorni scorsi mi sono dedicata alla scrittura del curriculum da perfetta…tutto!

L’esperienza da Project Manager ha lasciato il primo posto nella lista a quella di cameriera estiva, e a quella nel B&B di famiglia (ossia la  casa della nonna affittata ai turisti d’estate). Si, ok,stiamo parlando di qualcosa successo quasi 10 anni fa…ma che importa? Sara’ come andare in bicicletta, mica si dimentica come si fa la cameriera!

E poi la ciliegina sulla torta, la Cover Letter:

As you can see from my attached CV I have a Master Degree in Computer Science for the Economy. I have excellent communication skills thanks to my background as Project Manager in the IT Industry. I’m a clean, responsible, polite and well organized person. My job background gives me the ability to manage customer and team relationship, also in stressful situations. I like team-working and I’m motivated to learn new knowledge and skills.

Sono andata in giro per il quartiere a distribuire il suo CV per le caffetterie della zona. Il posto ambito è una caffetteria con annessa pasticceria, magari mi riesce passare in cucina e sfornare dolci ;)

Il momento peggiore è stato quando alla domanda: ”Sai fare il caffe’?” ho risposto con tutta la faccia di culo che possiedo “Sono italiana, ho la macchina del caffe’ a casa!”. Sono sicura che abbiano bruciato il CV appena ho girato l’angolo :D

PS: Ora l’obiettivo è fare tutti i diversi lavori che trovero’, in modo da poter scrivere presto un secondo libro, che racconti la vita degli immigrati down-under…un’immigrato reg
olare col tappeto rosso come EffeMaschio, e io che non voglio fare la lavoratrice specializzata. Magari mi rompero’ talmente tanto le balle che mi tornera’ l’amore per l’IT ;)

Commenti su Facebook

commento

EffeFemmina

Francesca V., 30 anni. Insieme a Francesco (la EffeMaschio) decide di mollare tutto e partire per un viaggio intorno al mondo...Ed è li che inizia l'avventura che raccontiamo in questo blog... ;)

You may also like...

9 Responses

  1. EffeMaschio scrive:

    I’m a clean, responsible, polite and well organized person… Sei la Casalinga perfetta!

  2. Caterina scrive:

    EffeFemmina, hai tutta la mia comprensione in quanto a ciabatte lasciate in giro per casa ed evitate accuratamente… Per il resto, chiedere ad un italiano se sa fare un caffè non si può sentire!!

  3. michela scrive:

    Mi sembra un’ottima strategia, anche io qui a Londra sto cercando lavoro in una caffetteria.
    Ma occhio che gli australiani sono fissatissimi sul caffè, non meno di noi italiani, anzi. E quando ti chiedono se sai fare il caffè intendono se sai farlo come lo vogliono loro, che non è mai un espresso ma è un: long black, macchiato, latte, flat white, ecc… Un mio amico italiano, barista di professione è stato cacciato da un bar di Sydney perchè non faceva un caffè di qualità. Quindi piuttosto che dire: “ovvio che lo so fare” è meglio dire “lo so fare all’italiana, il resto posso impararlo! ;)” Anche perchè la prima cosa che ti faranno fare è un test alla macchina del caffè…
    In bocca al lupo!

    • EffeFemmina scrive:

      Ho passato una sera a studiare su YouTube come fare un vero cappuccino, e le differenze tra i vari tipi di caffè ;)
      Tu hai trovato? hai una qualche esperienza come barista?
      PS. comunque ho trovato lavoro come cameriera in una caffetteria che ha anche la cucina, me encanta! pratico inglese e guadagno un po’ di soldi, che non fanno male… e posso imparare a fare il caffè nel frattempo ;)

  4. Dario desideri scrive:

    EffeFemmina non mollare!!!! :D

  5. dario desideri scrive:

    volentieri!!! :D

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: